1369813359763141

Trattamento per l'insonnia - NO ALLO STRESS

Dr. Marcella Minafra, psicologa, psicoterapeuta cognitivo comportamentale
Vai ai contenuti

Trattamento per l'insonnia

Ambiti di intervento > Sostegno psicologico e Psicoterapia


L’insonnia è attualmente uno dei disagi psicofisiologici più diffusi e si presenta con la difficoltà a iniziare e a mantenere il sonno, con risveglio precoce mattutino e con la perenne sensazione di un sonno non ristoratore. Le cause sono molteplici e variano da persona a persona, da stress lavorativo a preoccupazioni familiari, da eccesso di caffeina ad altra condizione medica e/o psicologica.
 
Chi soffre di insonnia ha paura di non dormire e, quando va a letto, si sente teso e nervoso, rimane costantemente vigile, non riesce a rilassarsi, e resta con gli occhi sbarrati in attesa del sonno che, immancabilmente, non arriva.
 
 Per superare questo disagio, è importante per prima cosa seguire delle semplici norme per una corretta IGIENE DEL SONNO:
 ·        Andare a dormire solo se si ha veramente sonno
 ·        Cercare di svegliarsi sempre alla stessa ora (anche durante i weekend)
 ·        Evitare di dormire durante la giornata
 ·        Evitare gli alcoolici prima di andare a letto
 ·        Non assumere sostanze eccitanti (come caffeina) nelle 6 ore precedenti il sonno
 ·        Non fumare almeno nell’ultima mezzora prima di andare a letto
 ·        Durante la giornata praticare attività fisica, ma non prima di andare a letto
 ·        Rendere la camera da letto il più confortevole possibile (luce, temperatura, silenzio)
 ·        Dedicare il letto solo al sonno e al sesso.
 ·        Evitare assunzione di zuccheri e grassi prima di andare al letto
 
 La Terapia Cognitivo Comportamentale propone degli interventi mirati sul disturbo del sonno, sia a livello individuale che di gruppo: si inizia da un’intervista semistrutturata e dalla compilazione del diario del sonno, si approfondiscono le credenze di base che sviluppano e mantengono l’insonnia, si impostano le regole per una corretta igiene del sonno e per il controllo dello stimolo,  si utilizza il trattamento dell’intenzione paradossale e della restrizione del sonno ed infine si ricorre all’aiuto di alcune tecniche quali il rilassamento, la mindfulness e l’autoipnosi.
Torna ai contenuti