1369813359763141

Tecniche di rilassamento - NO ALLO STRESS

Dr. Marcella Minafra, psicologa, psicoterapeuta cognitivo comportamentale
Vai ai contenuti

Tecniche di rilassamento

Ambiti di intervento > Tecniche di rilassamento


Quante volte durante la giornata ci si sente stritolati dagli ingranaggi della vita???
E ci si accorge allora che non sempre “Volere è Potere”, si entra in un circolo vizioso fatto di giornate vissute di corsa, sempre in tensione … e alla lunga questo ritmo quotidiano  predispone ad un dispendio di energie vitali che producono invecchiamento precoce e abbassamento delle difese immunitarie con una conseguente predisposizione alla malattia.
Dobbiamo allora acquisire la capacità di spezzare questo circolo, di superare le dipendenze, diminuire o scaricare la tensione psichica ed essere così meno vulnerabili allo stress negativo, sapendo però che ognuno di noi reagisce in maniera diversa alle situazioni ansiogene e stressanti e per questo è importante saper prestare attenzione ai propri campanelli d'allarme, individuando, soprattutto, le strategie più efficaci per scaricare le tensioni e rilassarsi.

Rilassiamoci a livello mentale e fisico con delle semplici tecniche che ci consentono di acquisire maggiore consapevolezza del nostro corpo, regolare il nostro battito cardiaco e la respirazione, controllare la regione cefalica, ottenere un rilassamento muscolare e vasomotorio ed avere così maggiore padronanza di noi stessi, con le tensioni che si dissolvono, e l'energia liberata che si armonizza…
Le tecniche di rilassamento risultano particolarmente efficaci nei casi di:
  • stati di ansia generalizzata
  • stati di ansia cronica
  • tensioni muscolari dolorose, bruxismo, tremori, senso di oppressione toracica,
  • cefalea muscolotensiva e vascolare,
  • ipertensione arteriosa essenziale e disturbi vascolari periferici : malattia di Raynaud, iperidrosi,
  • insonnia,
  • tachicardia,
  • gastrite e ulcera gastroduodenale,
  • colon irritabile, stipsi, diarrea,
  • asma bronchiale, rinite vasomotoria.
Controindicazioni :
Disturbi di tipo psicotico, depressione, epilessia, ipertensione arteriosa in trattamento con beta-bloccanti, diabete mellito in trattamento con insulina, ulcera emorragica sanguinante.

Le più efficaci metodiche utilizzate sono:

TRAINING AUTOGENO definita dall’autore Schultz come tecnica di auto-distensione da concentrazione psichica che permette di arrivare ad uno stato di calma, di benessere fisico, di pace interiore.
RAT: TRAINING AUTOGENO RESPIRATORIO, nato per merito di Piscicelli, inserisce la tecnica del respiro e risulta molto efficace soprattutto nella preparazione al parto ed in vari disturbi psicosomatici, in quanto mette in moto dei meccanismi biologici autoregolatori che riportano l’organismo al suo equilibrio naturale spesso smarrito nel tempo.
METODO DI RILASSAMENTO PROGRESSIVO di Jacobson, basato sulla distensione muscolare e mentale indotta dalla contrazione e dalla distensione dei singoli distretti muscolari. Si elimina così ogni tensione residua e si arriva ad una condizione di completo rilassamento, apprendendo anche quali tensioni muscolari si accompagnano a determinate emozioni (paura, ansia, angoscia, rabbia) e potendo così prevenirle e ridurle, attenuando di conseguenza l’emozione stessa.
TECNICA A FOCALIZZAZIONE CORPOREA elaborata da Parietti, è una tecnica che utilizza la distensione muscolare per produrre modificazioni variabili dello “stato di coscienza”, attraverso tre fasi tra loro articolate:
- Contrazione/distensione agita
- Contrazione/distensione immaginata
- Inventario Corporeo
Le immagini guidate possono calmare rapidamente il corpo e allo stesso tempo rilassare la mente in quanto forniscono benefici significativi per la riduzione dello stress e per interrompere i  modelli di ruminazione.  Aumentano infatti la resilienza allo stress innescando una spirale ascendente di positività.
Nella pratica della Mindfulness si invitano le persone a osservare la propria esperienza, nel momento presente, qualsiasi essa sia, senza intervenire, senza giudicare, senza attendersi nulla, senza volere o non volere. L'osservazione metodica della propria esperienza con questo atteggiamento consente di conoscersi molto profondamente e spesso di allargare la propria visione di se stessi e del mondo ed anche di modificare in meglio i propri comportamenti e le proprie azioni.



TRAINING AUTOGENO DI SCHULTZ
hhhhh



kkkk
RILASSAMENTO PROGRESSIVO DI JACOBSON
Torna ai contenuti