1369813359763141

Approccio Cognitivo Comportamentale - NO ALLO STRESS

Dr. Marcella Minafra, psicologa, psicoterapeuta cognitivo comportamentale
Vai ai contenuti

Approccio Cognitivo Comportamentale

Chi sono



La terapia cognitivo comportamentale (TCC) è una forma di trattamento psicologico che ha dimostrato di essere efficace per una serie di problemi tra cui depressione, disturbi d'ansia, problemi di uso di alcol e droghe, problemi coniugali, disturbi alimentari e malattie mentali. Numerose ricerche suggeriscono che la TCC porta ad un miglioramento significativo del funzionamento e della qualità di vita. In molti studi, la TCC ha dimostrato di essere altrettanto o più efficace di altre forme di terapia psicologica o farmaci psichiatrici.

La TCC si basa su diversi principi fondamentali, tra cui:
  1. I problemi psicologici si basano, in parte, su modi di pensare errati o inutili.
  2. I problemi psicologici si basano, in parte, su schemi appresi di comportamento inutile.
  3. Le persone che soffrono di problemi psicologici possono imparare modi migliori per affrontarli, alleviando così i sintomi e migliorando la qualità di vita.

Il trattamento TCC  propone strategie per cambiare i modelli di pensiero. Queste strategie potrebbero includere:
  • Imparare a riconoscere le proprie distorsioni nel pensiero e a rivalutarle alla luce della realtà.
  • Acquisire una migliore comprensione del comportamento e della motivazione degli altri.
  • Usare capacità di problem solving per far fronte a situazioni difficili.
  • Imparare a sviluppare un maggiore senso di fiducia  sulle proprie capacità.

Il trattamento TCC di solito comporta anche sforzi per cambiare i modelli comportamentali. Queste strategie potrebbero includere:
  • Affrontare le proprie paure invece di evitarle.
  • Usare i "giohi di ruolo" per prepararsi a interazioni potenzialmente problematiche con gli altri.
  • Imparare a calmare la mente e rilassare il corpo.

Non tutta la TCC utilizzerà tutte queste strategie ma psicologo e paziente lavorano insieme, in modo collaborativo, per sviluppare una comprensione del problema e  sviluppare una strategia di trattamento.
La TCC pone l'accento sull'aiutare le persone a imparare a essere i propri terapeuti. Attraverso i "compiti a casa" al di fuori delle sessioni, i pazienti vengono aiutati a sviluppare capacità di coping, grazie alle quali possono imparare a cambiare il proprio pensiero, le emozioni problematiche ed il comportamento.
L'obiettivo della terapia cognitivo comportamentale è principalmente quello di sviluppare modi più efficaci di affrontare la vita.

LA PRIMA GENERAZIONE o PRIMA ONDA
Le terapie comportamentali nascono negli anni ’50, per il trattamento di fobie e disturbi d’ansia. si ispirano in particolare agli studi sull’apprendimento con condizionamento condotti nella prima metà del Novecento.

LA SECONDA GENERAZIONE o SECONDA ONDA
Le terapie cognitive nascono intorno agli anni ’70, con lo sviluppo del cognitivismo, e si concentrano sullo studio dei processi cognitivi, su come questi si sviluppino e modifichino comportamenti, emozioni e affetti, con lo scopo di modificare attivamente i pensieri automatici negativi del paziente che sostengono il disturbo depressivo.

LA TERZA GENERAZIONE o TERZA ONDA
La terza onda della TCC comprende molte innovazioni ed include approcci basati sulla consapevolezza, sulla dialettica, sull'accettazione e sull'impegno maggiormente indicate ad affrontare i problemi in termini funzionali e contestuali. Le terapie di terza ondata enfatizzano un approccio olistico alla salute e al benessere ponendo meno enfasi sulla riduzione dei sintomi emotivi e psicologici. Questi concetti includono:
  • Accettazione
  • Metacognizione
  • Consapevolezza
  • Valori personali
  • Spiritualità

Tra queste forme di psicoterapia le più conosciute e diffuse sono:
  • Acceptance and Commitment Therapy (ACT)
  • Compassion-focused Therapy (CFT)
  • Dialectical Behavioural Therapy (DBT)
  • Mindfulness-Based Cognitive Therapy (MBCT)
  • Terapia Metacognitiva Interpersonale
  • Schema Therapy
  • Psicoterapia sensomotoria

Torna ai contenuti