1369813359763141

Fiori di Bach - NO ALLO STRESS

Dr. Marcella Minafra, psicologa, psicoterapeuta cognitivo comportamentale
Vai ai contenuti

Fiori di Bach

Naturopatia



“Dare un fiore di Bach significa aprire un canale di comunicazione con il vostro IO superiore che vi detta la via
(Bach)
Le emozioni negative deprimono la mente e il fisico, indeboliscono il sistema immunitario e rendono quindi più inclini alle malattie.
Bach suddivise le emozioni negative in sette gruppi, a ognuno dei quali si addicono i suoi 38 rimedi:
1. Paura
2. Incertezza
3. Mancanza di interesse per il presente
4. Solitudine
5. Ipersensibilità alle influenze e alle idee
6. Scoraggiamento o disperazione
7. Cura eccessiva per il benessere degli altri
I fiori di Bach intervengono sul piano emotivo per consentire un'autoarmonizzazione della personalità umana e conferiscono la possibilità di ridurre, ed eventualmente eliminare, gli stati d'animo negativi (insicurezza, gelosia, timidezza, paura, ecc.) originati da una debolezza caratteriale.
Agiscono a livello energetico sull'organismo consentendo uno sviluppo armonico della personalità e migliorando la resistenza ai disturbi psichici ed a quelli psicosomatici.  
La cura con i fiori di Bach  consiste nella somministrazione di essenze di "fiori non coltivati di ordine superiore", così come li definisce Bach stesso, in grado di "riequilibrare l'intera persona e di purificare le carenze caratteriali che sono all'origine delle sofferenze umane".
Secondo Bach, infatti, ognuno di noi è un'entità da considerare non come singolo ma come la tessera di un ampio mosaico, la parte di un "tutto cosmico", a cui siamo collegati tramite la forza di una vibrazione comune.
La malattia insorge là dove viene a mancare il collegamento della nostra personalità con il campo energetico cosmico, viene meno cioè la nostra qualità di base, oppure dove si verifica un rifiuto del concetto di unità superiore e l'anima si trova ad agire in opposizione a essa.

Bach cerca nel fiore la qualità di base e scopre i primi 6 guaritori. Si accorge poi che la stessa virtù si presenta con due polarità:
• una più introversa, che si esplica nel rapporto con noi stessi,  
• una più estroversa, che si esprime nel rapporto col mondo esterno.
Compaiono così gli altri 6 guaritori.
La frequenza della vibrazione della pianta adatta alla cura dei vari casi ristabilisce quindi la vibrazione che era venuta a mancare tra l'anima e l'io corporeo che avevano cessato di comunicare e, ristabilendo il flusso dell'energia cosmica, riporta lo stato d'animo in un quadro positivo, portando alla guarigione.

Il punto di partenza di questo metodo è quello di poter riconoscere gli stati d'animo che turbano l'armonia della persona e il modo in cui si rapporta alla realtà, e affidare al terapeuta la scelta del giusto rimedio.
SFOGLIA LE SLIDE
Torna ai contenuti