1369813359763141

Valutazione psicologica infantile - NO ALLO STRESS

Dr. Marcella Minafra, psicologa, psicoterapeuta cognitivo comportamentale
Vai ai contenuti

Valutazione psicologica infantile

Disturbi psicologici > Problemi età evolutiva


Il tuo bimbo…
  • Gioca molto da solo? E’ spesso silenzioso?
  • E’ irrequieto, molto vivace, non riesce a stare fermo, si distrae facilmente?
  • Ha difficoltà di apprendimento a scuola e non vuole fare i compiti?
  • E’ irritabile, risponde male e ha scatti di irascibilità?

Può essere semplicemente una normale fase della sua evoluzione infantile, e forse ti possono essere d'aiuto tecniche di rilassamento, esercizi e storielle che troverai QUI - MIO FIGLIO SERENO
Oppure può essere un segnale da prendere in considerazione per poter intervenire in tempo con tecniche e soluzioni efficaci e durature. Se siete preoccupati  per i  disagi che il tuo bambino sta manifestando e pensate sia necessario approfondire e porre rimedio, sarebbe utile un percorso di PSICODIAGNOSI INFANTILE (4 incontri) per fornire un'esatta valutazione della situazione clinica e delle eventuali strategie di intervento. ll primo passo di questo percorso è rivolgersi ad uno specialista per una valutazione psicologica.

La valutazione psicologica in età evolutiva
La diagnosi psicologia infantile viene effettuata quando è necessario approfondire e conoscere eventuali difficoltà e disagi che i bambini attraversano dai quattro anni in poi, tipicamente in alcune fasi di "cambiamento" (inserimento scuola, nascita di un fratellino, trasloco, inizio attività lavorativa della madre, etc) e per potenziare le loro risorse e capacità nell'affrontare tali situazioni.
Nell'età evolutiva i principali disagi che un bambino può presentare sono:
La valutazione psicodiagnostica infantile e' quindi un processo di esplorazione in cui e’ utilizzata una serie di procedure per comprendere un bambino o un adolescente e per formulare e valutare le strategie di intervento. La valutazione comprende:
  • colloquio clinico
  • somministrazione di test: di personalità, reattivi grafici, tematici, abilità cognitive, problematiche specifiche.
  • osservazione
  • valutazione dei fattori protettivi (variabili che possono avere un effetto diretto sulla probabilita' di non incorrere in problemi comportamentali, mediando tra i fattori di rischio e comportamento in situazione di stress), delle risorse individuali-familiari-sociali, delle sue capacità di coping e resilienza (flessibilità nel fronteggiare lo stress e le situazioni ansiogene).

La durata dell’iter psicodiagnostico va dai tre ai cinque incontri e prevede come prima fase il colloquio con i genitori.

I principali test  impiegati sono quelli grafici (il disegno della figura umana di Machover, il disegno della famiglia di Corman, il disegno dell’albero di Koch, il disegno della persona sotto la pioggia di Fay), quelli intellettivi (Matrici di Raven PM47, Matrici di Raven PM38; test di Bender impiegato nell’analisi delle capacità visuo-spaziali; Goodenough, Schede di Sviluppo di Stycar),  proiettivi strumentali e tematici (Favole della Duss), quelli specifici per aree di disagio (ADHD, DOP, Ansia, etc).
In particolare:
TEST PSICOLOGICI BAMBINI
  Questionario Intelligenza Non Verbale / Test Adhd - Deficit Di Attenzione E Iperattivita' / Test Disturbo Spettro Autistico / Test    Deficit Cognitivo/ Test Grafici / Valutazione Stile Di Attaccamento/ Questionario Competenze Emotive / Test Ansia / Test    Depressione / Questionario    Ansia Sociale /Test Ansia E Depressione / Test Inibizione Comportamentale / Questionario Prassie  Motorie / Questionario Sull'umore / Test  Autostima/ Questionario Comportamento Oppositivo E Trasgressivo


 Riflessioni e proposte in un ambito ancora poco sperimentato
Stiamo vivendo una situazione di grande urgenza e trasformazione che non ha precedenti nella nostra storia moderna. In questo contesto, l’intervento psicologico a distanza costituisce un’esperienza innovativa ed uno sforzo di adattamento alla situazione attuale.
Grazie all’utilizzo delle tecnologie a disposizione, è possibile effettuare a distanza anche la valutazione psicologica, somministrando test e questionari compatibili con tale modalità.

L'obiettivo dei test psicologici con i bambini è garantire che un bambino riceva supporto per aiutarlo a massimizzare il successo in tutte le sue aree di funzionamento. Durante l'emergenza sanitaria pubblica causata dal coronavirus, bisogna valutare i vantaggi del completamento dei test in modalità online rispetto all'attesa della possibilità di aver un colloquio di persona in modalità tradizionale.
 
In questo periodo, per molti bambini potrebbe essere cruciale non aspettare molto tempo per avere il supporto adeguato in maniera tempestiva e si rende necessario prendere in considerazione l’ipotesi di effettuare a distanza la fase psicodiagnostica.
 Ci sono però vari aspetti da prendere in considerazione:
 ·        Non per tutti i bambini è appropriata la valutazione online in quanto ci sono circostanze in cui non è fattibile e / o è controindicata
 ·        Non tutti i test possono essere somministrati a distanza senza violare gli standard di validità ed etica deontologica
 ·        I fattori ambientali della famiglia devono essere idonei a creare nella propria casa un ambiente ottimale per la prova (connessione Internet ad alta velocità, accesso alla webcam, sufficiente isolamento dai rumori)
 Durante i test di persona, ai genitori viene solitamente chiesto di lasciare la stanza, per una serie di motivi, tra cui la riduzione della potenziale ansia da prestazione nei bambini. È da valutare se, quando si esaminano i bambini più piccoli a distanza, sia il caso invece di far rimanere i genitori per aiutarli a gestire eventuali problematiche alla connessione, allo scopo di garantire le migliori condizioni possibili per il test.

In genere il percorso di PSICODIAGNOSI INFANTILE, con l’obiettivo di fornire una valutazione della situazione clinica e delle eventuali strategie di intervento, consiste nei seguenti incontri:
 o   Il primo prevede un colloquio introduttivo tra lo Psicologo e il/i genitore/i in cui vengono raccolti i principali dati anamnestici del bambino e viene esposta la modalità di esecuzione della valutazione. Viene inoltre inviato il consenso informato che deve essere compilato e firmato dai genitori prima dell’incontro successivo.
 o   A volte si rende necessario un ulteriore incontro con i/il genitore per eventuali questionari inerenti competenze genitoriali
 o   Tre incontri con il bambino per il colloquio, l’osservazione e la somministrazione dei test che si ritiene più adeguati.
 o   L’ultimo incontro prevede, in seguito all'organizzazione dei dati raccolti nel corso della valutazione, la restituzione di un referto psicodiagnostico, cioè un breve riassunto delle informazioni raccolte nei colloqui/osservazioni con il bambino, una descrizione dei risultati dei test somministrati ed una eventuale comunicazione della diagnosi
 
Poiché è buona prassi non tenere impegnato il bambino a lungo, dal momento che, a causa della stanchezza, potrebbe eseguire i test in modo non accurato, la durata di ogni colloquio sarà al massimo di un’ora.

 SOMMINISTRAZIONE TEST PSICOLOGICI A DISTANZA
Estratto dal documento emesso in data 8 giugno dal CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE DEGLI PSICOLOGI
 La tele-psicologia è definibile come la fornitura di servizi psicologici a distanza, attraverso l’utilizzo di dispositivi mobili che includono, ma non si limitano a, telefoni, software di videoconferenza o messaggi, e-mail, chat, social media, blog (Committee on National Security Systems, 2010). Possono essere inoltre distinte modalità sincrone, nel caso in cui più parti collaborino e comunichino contemporaneamente, o asincrone come nel caso di informazioni trasmesse unilateralmente, in forma semplice o arricchita da immagini, suoni, video, come accade ad esempio nei blog o nei test autosomministrati. Tali dispositivi possono essere utilizzati come trasposizione online di servizi di supporto psicologico preesistenti o ampliare quelli tradizionali: basti pensare alla possibilità che offrono alcune app di raccogliere dati giornalmente.
 Nonostante comportino numerosi vantaggi, ivi compresa la possibilità di impegnare contestualmente cliente e professionista che non si trovano o non possono trovarsi nella stessa posizione fisica, queste modalità sono ad oggi poco implementate nella pratica quotidiana. Soprattutto per ciò che riguarda l’assessment e il testing, è dunque importante tracciare un perimetro di lavoro e regole chiare, che rispettino i processi di validazione e attendibilità dei test, come si richiede alla somministrazione in presenza.
 Per ciò che concerne nello specifico il testing online, l’art. 6 ribadisce che “lo psicologo salvaguarda la propria autonomia nella scelta dei metodi, delle tecniche e degli strumenti psicologici, nonché della loro utilizzazione; è perciò responsabile della loro applicazione ed uso (…)”.  Pur nella piena libertà di scelta, lo psicologo resta dunque vincolato alla sua competenza e capacità di conoscenza degli strumenti che mette in campo, come ben sottolineato anche dall’art. 5 “Lo psicologo è tenuto a mantenere un livello adeguato di preparazione e aggiornamento (…) Riconosce i limiti della propria competenza, (…) impiega metodologie delle quali è in grado di indicare le fonti e riferimenti scientifici, e non suscita, nelle attese del cliente e/o utente, aspettative infondate”.
 Un’ultima considerazione necessaria, richiamata dall’art. 7, è l’importanza di valutare “anche in relazione al contesto, il grado di validità e di attendibilità di informazioni, dati e fonti su cui basano le conclusioni raggiunte”. I dati ottenuti dalla valutazione diagnostica devono necessariamente essere inquadrati all’interno di una più vasta riflessione, che tenga conto delle circostanze attuali e del ruolo più o meno ampio che queste possono aver agito sulla psiche dell’individuo.
Documento SOMMINISTRAZIONE TEST PSICOLOGICI A DISTANZA – Consiglio Nazionale Ordine degli Psicologi

Per quanto riguarda l’ambiente (estratto da “Il testing durante la pandemia da COVID 19 – Indicazioni per la telesomministrazione e la teleassistenza” – GIUNTI Psycometric), ci sono degli aspetti riguardanti il setting che devono essere tenuti in considerazione:
 ·        Ridurre al minimo le distrazioni: è importante scegliere uno spazio per le sessioni che sia privo di distrazioni, ad es. non in spazi aperti con il passaggio di persone. È importante infatti assicurarsi che nessun altro possa sentire la conversazione e che nessuno si introduca nel setting virtuale durante la somministrazione.
 ·        Fare attenzione al livello di rumore: assicurarsi che non vi siano rumori che possano essere causa di distrazione durante la somministrazione. Ciò include rumore dall’esterno, televisore, radio e altre conversazioni
 ·        Avere un’illuminazione adeguata: cercare di mantenere una fonte di luce costante durante la sessione e assicurarsi che il viso sia completamente illuminato e inquadrato. Cercare di tenere le finestre e le tende chiuse per proteggere il diritto alla riservatezza del cliente.
 ·        Avere una connessione stabile: assicurarsi che non si interrompa la sessione e chiudere tutte le applicazioni o gli strumenti attivi sul computer durante la somministrazione.

Infine “Gli psicologi che forniscono servizi di telepsicologia devono proteggere e mantenere la riservatezza dei dati e delle informazioni relative ai loro clienti / pazienti e informarli dei rischi potenzialmente maggiori di perdita di riservatezza insiti nell'uso delle tecnologie di telecomunicazione, se presenti”
 (Da APA “American Psychological Association” - Guidelines for the practice of telepsychology)

Le batterie di test che rendiamo disponibili per una somministrazione online sono:
·        Reattivi grafici
      • disegno della figura umana di Machover
      • disegno della famiglia di Corman
      • disegno dell’albero di Koch
      • disegno della persona sotto la pioggia di Fay
  • Proiettivi tematici
      • Favole della Duss
·        Cognitivi:
      • Matrici di Raven PM47
      • Matrici di Raven PM38
      • Goodenough
      • Schede di Sviluppo di Stycar
  • Test specifici per aree di disagio:
    • ADHD
§  IPER: inibizione comportamentale e persistenza nel compito
§  VALDAI: valutazione disturbo attenzione e iperattività
§  BAD: comportamenti oppositivi e trasgressivi)
     § Test per Prassie motorie
  • DEPRESSIONE
§  UMO - com’è il tuo umore
§  CDI – Child Depression Inventory
§  TAD –test per Ansia e Depressione (Alunno – Genitori – Insegnante)
    • ANSIA
§  TAD –test per Ansia e Depressione (Alunno – Genitori – Insegnante)
§  SCARED - Screen for Child Anxiety Related Emotional Disorders
§  QUEVA – Valutazione autostima
    • DISTURBO DELLO SPETTRO AUTISTICO
§  Scala CARS (Childhood Autism Rating Scale)
    •  GESTIONE DELLE EMOZIONI
§  Riconoscere le emozioni
§  Disegnare le emozioni
§  Schede per la regolazione delle emozioni
    •      CAPACITA' SOCIALI
§  Q-RAS – Questionario di rilevazione delle abilità sociali
 
 
Dott. Marcella Minafra - Psicologa Psicoterapeuta - cell 3496111381
riceve a Santa Maria al Bagno - Nardò (LE) e Galatina (LE)
Torna ai contenuti